Diritto Russo Home > Indice Decreti del Presidente FR tradotti > Decreto n.560 del 6-8-2014

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA FEDERAZIONE RUSSA

Adozione di determinate misure economiche speciali per garantire la sicurezza della Federazione Russa

Al fine di proteggere gli interessi nazionali della Federazione Russa e in conformita' alle leggi federali n.281 del 30 dicembre 2006 sulle "Misure economiche speciali" e n.390 del 28 dicembre 2010 sulla "Sicurezza", decreto:

1. Gli organi del potere statale della Federazione Russa, gli organi statali federali, gli organi dell'autogoverno locale, le persone giuridiche costituite in conformita' alla legislazione della Federazione Russa, le organizzazioni e le persone fisiche soggette alla giurisdizione della Federazione Russa, nell'esercizio della loro attivita', devono attenersi al fatto che per il periodo di un anno, dal giorno dell'entrata in vigore del presente Decreto, e' vietato o limitato il compimento di operazioni di commercio internazionale che implichino l'introduzione nel territorio della Federazione Russa di determinati prodotti, materie prime e generi alimentari agricoli il cui Paese di produzione sia uno Stato che abbia adottato sanzioni economiche nei confronti di persone giuridiche e (o) fisiche russe o che abbia aderito a tali provvedimenti.

2. Il Governo della Federazione Russa deve:

a) definire l'elenco dei prodotti, delle materie prime e dei generi alimentari agricoli, indicati nel punto 1 del presente Decreto, tenuto conto della possibilita' di aggiornamento in base alle disposizioni del sottopunto "c" del presente punto;

b) determinare l'elenco delle azioni concrete necessarie per l'attuazione del presente Decreto;

c) adottare le misure per assicurare l'equilibrio dei mercati dei prodotti e per impedire una crescita accelerata dei prezzi nell'ambito della produzione agricola e alimentare;

d) organizzare, in accordo con gli organi supremi del potere esecutivo dei soggetti della Federazione Russa, il monitoraggio operativo dei mercati dei prodotti e il controllo della loro situazione;

e) provvedere, in accordo con le associazioni dei produttori, con le reti e con le organizzazioni commerciali, all'elaborazione e all'attuazione di un insieme di iniziative volte ad aumentare l'offerta di prodotti nazionali;

f) provvedere, nell'ambito delle proprie competenze, all'esercizio delle altre misure necessarie per l'attuazione del presente Decreto;

g) in caso di necessita', proporre la modifica della durata di vigenza del divieto previsto dal punto 1 del presente Decreto.

3. Il presente Decreto entra in vigore dal giorno della sua firma.


Il Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin

Mosca, Cremlino
6 agosto 2014
N.560


Home - Mappa


www.dirittorusso.it a cura di Corrado Damiano